Ogni persona, ogni classe, ogni scuola ha un suo vissuto e una sua entità, per questo motivo mi piace parlare personalmente con i docenti e sapere in che modo hanno lavorato con i ragazzi sulle tematiche dei miei libri. Più l’incontro è personalizzato più ogni attore in campo sarà coinvolto e farà un’esperienza di crescita.

Di cosa parlo con i miei libri: parlo di periferia, di legalità, di diritti civili, di cosa significhi combattere un pregiudizio.

Parlo di come un sogno, inteso come il raggiungimento di un obiettivo personale, si costruisca realizzando un sé solido e combattendo contro il pregiudizio più grande: quello che rivolgiamo a noi stessi e ci limita.

L’ Agenda 2030 è, in questo momento, il mio punto di riferimento.

Quando mi vedete vestita con cappello bianco e abito a fiori sapete che sono con A PIEDI NUDI nella scuola primaria.

Scuole in cui sono stata: scuola primaria Pennabilly, M. Nicolai, Federico Di Donato, Melissa Bassi, Poppea Sabina, San Cleto, Podere Rosa, Antonio Vivaldi (Ostia), Gaio Giulio Cesare (Osimo-An) ; scuole secondarie di primo grado Federico Fellini, Rita Levi Montalcini, Poppea Sabina,  Michele Fioravanti, Podere Rosa, Gandhi, Espazia (Monterotondo-Rm), Paolo Borsellino (Montecompatri- Rm), , Illuminato-Cirino (Mugnano di Napoli); scuole secondarie di secondo grado: liceo Orazio, Giordano Bruno, Benedetto Croce, Ezio Rossi, Archimede, Amaldi, Newton, Pacinotti, Galileo Galilei (Siena).


Incontri che rimangono nel cuore

maggio 2020, Istituto comprensivo Caio Giulio Cesare

Ricordo il primo messaggio di Marisa Marasca, maestra della scuola primaria Fornace- Fagioli dell’I.C. Caio Giulio Cesare. Aveva scoperto il mio libro A PIEDI NUDI in una libreria di Osimo (AN). Cominciammo un dialogo a distanza. Mentre sperimentava con i bambini il testo, Marisa mi raccontava con entusiasmo le loro idee e le loro intuizioni. Corredava un “buongiorno” sul cellulare con disegni e testi  dei bambini. Io mi sono affezionata alle sue classi. Utilizzo le sue parole per disegnarne il percorso didattico: “A partire dalla lettura, abbiamo sviluppato, ampliato e personalizzato le proposte offerte nel libro. Lo spunto  è stato proprio riprendere i titoli dei capitoli per scrivere dei brevi testi individuali, per disegnare seguendo le ispirazioni e le espressività soggettive e  arricchire ulteriormente le attività con la produzione di testi “poetici” o giochi linguistici, nel nostro caso acrostici, o anche con pagine di disegno libero (come nel caso dei disegni di Asia e Giulia). Posso affermare che per i miei alunni e le mie alunne l’esperienza didattico- formativa ricca, apprezzata, originale ha consentito di riflettere  sui propri vissuti emotivi, di riconoscere e riconoscersi  nelle emozioni  o nelle situazioni.”

Ci siamo incontrate con Marisa. Ho avuto il piacere di vedere il mio libro adottato dalla scuola e abbracciarci è stato molto bello. Questi bambini hanno donato a tutti noi i loro sogni, i loro pensieri. Non esiste regalo più prezioso.


Un regalo dell’ istituto comprensivo Espazia di Monterotondo (Rm)


DA ORA IN POI diventa una graphic novel

La Graphic Novel “Da Ora” in poi e’ stata realizzata dai ragazzi dell’Istituto comprensivo di Monterotondo, “Espazia” scelti dalla loro insegnante Stefania Cesaretti Salvi per la loro passione per il disegno. Interessante notare come ogni ragazzo abbia rappresentato con la sua sensibilita’ un momento particolare del giovane protagonista del romanzo.
autori:
Beatrice Alesini, Dalila Amorim, Federica Baisotti, Yusu Chang, Dalila Fragassi, Alessandro Tona, Michele Esposito, Diana Milcev


Un venerdì pomeriggio in libreria con l’autrice

Il 26 ottobre, alle ore 17,30, presso la libreria La Libroteca via Aldo Sandulli 80 Roma, l’autrice del romanzo Da ora in poi, Catia Proietti, ha incontrato  gli alunni della scuola media media statale Federico Fellini. Questo incontro è nato all’interno della campagna promozionale #ioleggoperche‘ .
Qual è la particolarità di questo evento?
Nei giorni precedenti l’evento è stato svolto un capillare lavoro nelle classi dell’istituto sull’importanza delle decisioni, della consapevolezza delle proprie azioni, e chiesto agli alunni di scrivere su cartoncini a forma di farfalle il loro Da Ora in poi: pensieri, sogni ed esperienze da condividere con gli altri.
È stata chiesta ai ragazzi una decisione: partecipare all’incontro con l’autrice non nell’orario scolastico e non nella scuola, ma all’interno di un evento culturale in una libreria. I ragazzi sono diventati protagonisti dell’evento leggendo e commentando i loro messaggi, sperimentando nel concreto l’importanza della decisione.
L’evento è stato accompagnato dalla presenza del giovanissimo duo musicale Urbania, chitarra acustica e voce.


La giornata della legalità a Mugnano di Napoli


La campagna “UP- PREZZAMI: non fermarti all’etichetta” con i ragazzi del movimento Sotto-sopra giovani per

SAVE THE CHILDREN